4 comments on “Arduino Standalone (Arduino without Arduino)

  1. Belle spiegazioni 😀 .. non ho capito una cosa se viene programmato nel secondo metodo con il convertitore oltre a eseguire i collegamenti che si vedono nella seconda immagine bisogna usare il quarzo i due condensatori e tutti gli altri collegamenti che ci sono nello schema uno ( la seconda immagine è solo un ingrandimento sullla connessione con il convertitore?? ) grazie..

    • Si Lorenzo, confermo che la seconda immagine devi vederla come un ingrandimento, quindi servono i quarzi e tutti il resto (se l’arduino ha il bootloader a 16Mhz ovviamente).
      Se invece l’arduino ha il bootloader a 8mhz, i quarzi e condensatori non servono.
      Ciao

  2. Vedendo il tuo disegno mi sorge spontanea una domanda: per programmare il chip esterno vedo che è necessario rimuovere quello sulla scheda Arduino. Ma anziché utilizzare la board esterna non sarebbe più semplice sostituire il chip con quello da programmare e poi rimuoverlo?

    • Assolutamente si… Si può fare… il motivo per cui nel disegno è stato utilizzato questo metodo è semplicemente perchè al posto di una breadboard, potresti avere una scheda su cui è saldato il tutto… Entrambi i metodi sono comunque efficaci… vedi tu qual’è il sistema che più ti aggrada.
      Saluti

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s